Benvenute e benvenuti!

Su queste pagine potete trovare il modo di conoscermi meglio, se vi va.

Potete conoscere un po' della mia vita privata, le mie opinioni e le mie posizioni politiche. Potete contattarmi per farmi delle domande, per criticarmi, per consigliarmi per avere uno scambio che possa essere costruttivo per entrambe.

Buona giornata.

Adriano


Pigioni troppo alte senza nessuna giustificazione

Nel corso degli ultimi mesi sono stati resi noti alcuni dati relativi all'andamento dei prezzi delle pigioni e alla situazione dello sfitto in Ticino.

In ottobre l’Ufficio federale di statistica ha aggiornato l'indice nazionale degli affitti, confermando per l'ennesima volta che in Svizzera le pigioni sono in continuo aumento. Per la propria abitazione, le inquiline e gli inquilini oggi spendono il 20% in più rispetto al 2005, rincaro che sale al 30% se confrontato con i prezzi del 2000.

leggi di più

Basta tagli, firmiamo il referendum!

Sergio Morisoli è sicuramente un politico (purtroppo) capace e in alcune occasioni sa anche essere divertente, o almeno ci prova. Nei giorni scorsi ha deciso di dedicarsi alla satira e quindi di dichiarare urbi et orbi che in Ticino i socialisti, veri o presunti che siano, hanno determinato l'indirizzo politico degli ultimi 25 anni. Farebbe ridere se fossimo davvero al Cabaret della Svizzera italiana.

L'intento, ovviamente, è quello di distrarre la popolazione dai veri problemi del Paese e di distogliere lo sguardo dai reali responsabili di una politica fallimentare fatta di sgravi fiscali milionari che hanno di fatto svuotato le casse dello Stato: 86 milioni di franchi nel 2000 che diventano 119 dal 2001, 37.55 milioni dal 2001, 47.7 milioni dal 2003 e altri 150 milioni di franchi tra il 2017 e il 2019. Conseguenza di questi sgravi è stata un'importante serie di tagli alle prestazioni per la cittadinanza e di misure di contenimento della spesa pubblica. Insomma, non certo una politica di stampo socialista!

leggi di più

Cure infermieristiche forti, per tutti noi!

Lo scorso anno ho avuto alcuni problemi di salute di una certa importanza. Questa disavventura mi ha portato ad avere rapporti molto stretti con il sistema sanitario ticinese e con il personale impiegato in questo settore.

Ho avuto l’occasione di incontrare donne e uomini straordinari che con grande competenza e umanità si sono presi cura di me. Persone nelle quali ho dovuto riporre la mia fiducia e che con il loro lavoro se la sono guadagnata ampiamente!

leggi di più

Per una politica al servizio dell'interesse generale

Ho letto il contributo che Speziali ha voluto dare al dibattito politico sul più o meno Stato rimesso sul piatto dell'attualità con l'approvazione della cosiddetta iniziativa Morisoli. Due sono le frasi che mi hanno colpito.

La prima è la domanda che il presidente Liberale si pone: “chi paga?”. Questa è la limpida immagine del liberale che con una punta di egoismo pensa solo a sé stesso, al conseguimento e alla conservazione della propria ricchezza. È la domanda che spinge regolarmente la Destra di questo Paese a chiedere sgravi fiscali per i redditi alti e i grandi capitali perché la redistribuzione della ricchezza pare essere una cosa brutta!

leggi di più

Troppe persone senza casa, troppe case senza persone*

Berlino come Lugano o il Canton Ticino in generale? Perché no?!

Nella capitale tedesca, come da noi, gli appartamenti sfitti sono tanti. Malgrado ciò, i prezzi delle pigioni non scendono. Michael Müller, quando era sindaco della città tedesca propose una legge che imponesse un tetto massimo agli affitti, ma fu bocciata dalla Corte costituzionale tedesca.

A Berlino, dove l'80% della popolazione è rappresentata da inquiline e inquilini, la maggioranza degli stabili abitativi appartiene a un ristretto gruppo di grandi società immobiliari. Si consideri che la Deutsche Wohnen da sola possiede oltre 100 mila oggetti tra case, appartamenti e locali commerciali!

leggi di più

Trasparenza a tutela delle inquiline e degli inquilini

Il Corriere del Ticino, per il tramite del suo vicedirettore Gianni Righinetti che l’8 settembre ha firmato un editoriale intitolato “Proprietari e inquilini tra sfitto e affitto”, è ufficialmente sceso in campo a sostegno dei proprietari immobiliari e contro le inquiline e gli inquilini di questo Cantone, raccomandando di respingere la nostra iniziativa popolare «No alle pigioni abusive, sì alla trasparenza: per l’introduzione del formulario ufficiale ad inizio locazione» che sarà posta in votazione il prossimo 26 settembre.

Righinetti dapprima riconosce che non stiamo registrando una riduzione del “costo dell’alloggio in genere” e che la “casa rimane un bene di lusso”, ma poi propone una valutazione secondo me errata quando dice che si è disposti “a pagare affitti di un certo rango, perché alle comodità nessuno vuole più rinunciare”. Non sarà che la gente accetta di pagare pigioni di un certo “rango”, cioè elevate, perché non ne trova a buon mercato? O perché a pigioni contenute corrispondo appartamenti in condizioni scadenti o comunque non corrispondenti ai propri bisogni?

leggi di più