Benvenute e benvenuti!

Su queste pagine potete trovare il modo di conoscermi meglio, se vi va.

Potete conoscere un po' della mia vita privata, le mie opinioni e le mie posizioni politiche. Potete contattarmi per farmi delle domande, per criticarmi, per consigliarmi per avere uno scambio che possa essere costruttivo per entrambe.

Buona giornata.

Adriano


La tassa cambia, il costo diminuisce!

Il prossimo 21 maggio, finalmente, avremo la possibilità di introdurre una tassazione responsabile legata raccolta e allo smaltimento dei rifiuti. Responsabile perché, se vincerà il sì, il principio della causalità farà in modo che ognuno di noi paghi una tassa proporzionale alla quantità di rifiuti domestici che produce. Ciò vorrà dire un aumento della raccolta separata dei rifiuti, un maggiore riciclaggio, un minor inquinamento e anche un minor costo per il cittadino.

Anche l'esperienza diretta di Massagno, dove abbiamo introdotto la cosiddetta Tassa sul sacco nel 2016, ha dimostrato che il quantitativo di rifiuti solidi urbani raccolti in un anno (RSU) è diminuito di un abbondante 30%. Di conseguenza, il costo totale annuo per la raccolta e lo smaltimento di tutti i rifiuti (RSU e differenziata) è diminuito del 23%, a tutto vantaggio delle tasche della popolazione massagnese.

leggi di più

Prendere i soldi dove ci sono!

Ha giustamente suscitato scalpore e anche un po' di ilarità la proposta di M. Bertoli di spostare la competenza per l'eventuale aumento delle imposte dal Granconsiglio al Consiglio di Stato. Considero questa proposta inopportuna, non necessaria e fortemente impopolare. Bertoli ha fatto questa proposta in contrapposizione alla probabile iniziativa che la Destra vorrebbe lanciare per rendere obbligatorio il referendum sulle spese dello Stato. È vero, anche quella è un'iniziativa sbagliata, ma non si contrasta un eccesso di democrazia con un accentramento dei poteri decisionali.

leggi di più

Assicuriamo il nostro futuro, Sì ad AVSplus

Tutti, credo, sappiamo che il sistema previdenziale in Svizzera è basato su tre pilastri: AVS, Previdenza professionale (Cassa Pensioni) e Previdenza privata.

La prima, l'AVS, è obbligatoria per tutti i lavoratori a partire dal raggiungimento della maggiore età. Anche chi non svolge un'attività lavorativa deve pagare un contributo minimo a partire dai 20 anni. Il suo finanziamento è equamente ripartito tra lavoratore e datore di lavoro. È un'assicurazione solida, non speculativa e le sue rendite sono garantite.

leggi di più