Benvenute e benvenuti!

Su queste pagine potete trovare il modo di conoscermi meglio, se vi va.

Potete conoscere un po' della mia vita privata, le mie opinioni e le mie posizioni politiche. Potete contattarmi per farmi delle domande, per criticarmi, per consigliarmi per avere uno scambio che possa essere costruttivo per entrambe.

Buona giornata.

Adriano


Per un salutare cambiamento di mentalità

Eccoci, con un anno di ritardo ci stiamo avvicinando alla fine di questa legislatura, la seconda per me. Un anno in più che ha stravolto le nostre vite e le nostre abitudini, magari facendoci riflettere con maggiore profondità su quale vita vogliamo vivere e su quale mondo vogliamo abitare. Ci siamo trovati impotenti di fronte a un microscopico virus il quale ci ha ricordato che la “grandezza” dell'essere umano è poca cosa in confronto a quella della natura.

 

Il nostro Comune, la nostra azione politica e sociale non possono restare indifferenti a queste riflessioni. È necessario chiederci se il nostro agire, se le nostre abitudini, se i nostri standard di vita siano ancora adeguati. 

leggi di più

Pigioni commerciali: il CdS intervenga!

Dopo che alle Camere Federali è fallito ogni tentativo di trovare una soluzione nazionale relativa al pagamento delle pigioni delle attività commerciali colpite dalle restrizioni imposte dalle Autorità per fare fronte alla pandemia da Covid19, l'ASI-SSI torna a chiedere l'intervento del Consiglio di Stato.

Era il 9 aprile scorso quando l'Associazione Svizzera degli Inquilini – Sezione della Svizzera italiana (ASI-SSI) ha scritto al Consiglio di Stato, alla CATEF e alla SVIT per chiedere di unire le proprie forze affinché si potesse trovare una soluzione condivisa che andasse incontro alle attività commerciali e artigianali in difficoltà con il pagamento della propria pigione a seguito della chiusura totale o parziale imposta dalle autorità nel corso della prima ondata della pandemia.

 

leggi di più

Due sconfitte per gli inquilini, ma noi non ci arrendiamo!*

In questo anno difficile, la nostra attività resta sempre molto intensa, probabilmente anche più del solito. Più che negli anni passati, oggi emerge l'importanza di un'Associazione degli inquilini che oltre a occuparsi dei problemi di famiglie e persone singole, si occupi anche dei soci commerciali: negozi, uffici, ristoranti, studi di fisioterapia ecc.

La pandemia ha colpito pesantemente anche questa categoria di inquilini. Le chiusure forzate della scorsa primavera e la giusta prudenza che sta spingendo la popolazione a ridurre le proprie attività allo stretto necessario hanno messo e stanno mettendo in difficoltà molte realtà commerciali che malgrado tutto devono comunque continuare a pagare la pigione ogni mese.

leggi di più

Frenare l’aumento delle pigioni*

* Articolo apparso su Area - Quindicinale di critica sociale, N°19- 4 dicembre 2020 

Sono trascorsi oltre due anni da quando l’iniziativa popolare “No alle pigioni abusive, Sì alla trasparenza: per l’introduzione del formulario ufficiale a inizio locazione” è stata consegnata alla Cancelleria dello Stato. Promossa dall’Associazione Svizzera Inquilini - Sezione della Svizzera italiana e appoggiata da un grande numero di associazioni e partiti politici, con le sue 7.606 firme, chiede di introdurre un formulario da compilare all’inizio di ogni nuova locazione, sul quale riportare la pigione versata dal precedente locatario, gli eventuali aumenti e la loro motivazione. È uno strumento che permette all’inquilino di verificare la correttezza della pigione iniziale così da poterla eventualmente contestare, in modo da porre un freno agli aumenti ingiustificati. È una realtà in sette cantoni che ne hanno introdotto l’obbligo.

leggi di più

Una testata alle disuguaglianze sociali!

Venerdì scorso un gruppo di manifestanti ha provato a indicare la possibilità di avere uno sguardo diverso sulle conseguenze generate dalla pandemia legata alla Covid 19. Questa poteva essere l'occasione per lanciare un dibattito pubblico su come, a dipendenza del proprio stato sociale, le restrizioni di questi mesi stanno avendo conseguenze più o meno gravi sulle persone. Ma non è stato così. Il Canton Ticino è infatti un posto curioso dove invece di provare, almeno ogni tanto, a guardare la luna, troppo spesso ci si concentra solo sul dito che la indica.

leggi di più