Benvenute e benvenuti!

Su queste pagine potete trovare il modo di conoscermi meglio, se vi va.

Potete conoscere un po' della mia vita privata, le mie opinioni e le mie posizioni politiche. Potete contattarmi per farmi delle domande, per criticarmi, per consigliarmi per avere uno scambio che possa essere costruttivo per entrambe.

Buona giornata.

Adriano


L'attinenza comunale è un atto amministrativo, non politico

Nel suo sgrammaticato scritto (CdT del 19 gennaio scorso), il massagnese consigliere comunale della Lega Philippe Bouvet dice alcune cose giuste, ma magicamente salta a conclusioni sbagliate, populiste e al limite del ridicolo.

Bouvet è noto a Massagno per le sue interrogazioni e i suoi interventi puntigliosi.

Un consigliere comunale attento e preciso come lui, dovrebbe sapere (e così sembra essere) che una domanda di naturalizzazione, prima di arrivare al vaglio dell'intero consiglio comunale, deve affrontare diversi passaggi.

leggi di più

Massimalismo o minimalismo, non fondamentalismo

Spiace dover prendere lezione di politica da un compagno di partito, specialmente se l’insegnamento è banale e non richiesto.

Spiace sentirsi accusare di “fondamentalismo” in un periodo storico in cui questo termine porta alla mente guerre di religione combattute con una crudeltà nuova e disorientante.

Un compagno istruito che ha a cuore la causa del socialismo, nel senso più largo e forse anche squalificato del termine, sa che la nostra storia politica è legata da sempre ai concetti di massimalismo e di minimalismo. E chiunque è in grado di rendersi conto che ormai la natura dei cosiddetti partiti socialisti occidentali, tra i quali rientra anche il mio, si divide oggi tra “maxi-minimalisti” e “mini-minimalisti”. Dal punto di vista pratico, pragmatico, io mi situo tra i primi. Anche se dal punto di vista ideologico e utopico resto un massimalista che spera ancora di stravolgere completamente l’ordine sociale e politico di questo paese.

leggi di più

La tassa cambia, il costo diminuisce!

Il prossimo 21 maggio, finalmente, avremo la possibilità di introdurre una tassazione responsabile legata raccolta e allo smaltimento dei rifiuti. Responsabile perché, se vincerà il sì, il principio della causalità farà in modo che ognuno di noi paghi una tassa proporzionale alla quantità di rifiuti domestici che produce. Ciò vorrà dire un aumento della raccolta separata dei rifiuti, un maggiore riciclaggio, un minor inquinamento e anche un minor costo per il cittadino.

Anche l'esperienza diretta di Massagno, dove abbiamo introdotto la cosiddetta Tassa sul sacco nel 2016, ha dimostrato che il quantitativo di rifiuti solidi urbani raccolti in un anno (RSU) è diminuito di un abbondante 30%. Di conseguenza, il costo totale annuo per la raccolta e lo smaltimento di tutti i rifiuti (RSU e differenziata) è diminuito del 23%, a tutto vantaggio delle tasche della popolazione massagnese.

leggi di più