Benvenute e benvenuti!

Su queste pagine potete trovare il modo di conoscermi meglio, se vi va.

Potete conoscere un po' della mia vita privata, le mie opinioni e le mie posizioni politiche. Potete contattarmi per farmi delle domande, per criticarmi, per consigliarmi per avere uno scambio che possa essere costruttivo per entrambe.

Buona giornata.

Adriano


La casa non è un lusso*

Cosa vuol dire “casa”? Vuol dire un luogo dove trovare riparo dalle intemperie e dalle avversità della vita, un luogo dove sentirsi al sicuro. È un luogo dove depositare e conservare le proprie emozioni, i propri affetti; dove costruire i ricordi che ci accompagneranno per il resto della nostra vita. È un luogo dove ritrovarsi, soli o in compagnia, per riflettere e confrontarsi sulle proprie esperienze quotidiane. Casa è quel luogo dove vogliamo stare bene.

Molti e variegati sono i modi di scegliere e vivere la propria casa. C’è chi sceglie di viverla per conto proprio, per soddisfare un suo bisogno di isolarsi. Chi per condividervi un amore e per costruirvi una famiglia. Chi, spinto da una fede e un ideale, sceglie di viverla in comunità. Poi c’è chi la deve scegliere in base alle proprie disponibilità finanziarie, dovendo spesso ridimensionare le proprie aspettative.

leggi di più

La barbarie non vincerà!

Stanotte in molti non avranno dormito. Alcuni a causa del dolore vissuto nel vedere sgomberare e demolire la propria “casa”. Altri a causa dell'adrenalina innescata dall'autocompiacimento suscitato da un atto di forza inaudito e ingiustificabile sotto ogni aspetto.

Questa notte Lugano ha perso. Ha perso l'occasione per essere una città grande e capace di competere con le altre grandi città della Svizzera e d'Europa. Ha dimostrato in maniera inequivocabile che non è una città per tutti ma solo per pochi, una città solo per “gente di classe”.

Affollarsi in piazza Riforma per bere champagne e per sfoderare il vestito bello va bene. Bere birra e sognare un mondo diverso invece no.

leggi di più

Legge CO2 e inquilini, la Destra fa terrore mediatico!

L’imminente votazione della nuova legge sul CO2 ci dimostra ancora una volta come la Destra, sia nazionale che cantonale, sia interessata a difendere unicamente gli interessi del più forte. E lo fa con una delle strategie più machiavelliche della politica: far credere al cittadino che qualcuno vuole mangiarsi la sua fetta di torta mentre loro, i vari Chiesa (leggi Blocher) continuano a mangiarsela tutta!

Per favorire i propri interessi economici, certe volte si mascherano da difensori dei più deboli. Oggi tocca alle inquiline e agli inquilini che improvvisamente sono diventati il nuovo centro di attenzione di un partito che non ha perso e non perde occasione di attaccare il diritto di locazione cercando di ridurre i diritti di chi abita in affitto per favorire quelli dei proprietari immobiliari. Non è un caso che Chiesa oltre che a essere il presidente dell’UDC sia anche il presidente della sezione ticinese dell’Associazione dei proprietari fondiari (HEV).

leggi di più

Troppe case, troppi palazzi*

Nelle scorse settimane, su la Regione è stato pubblicato un interessante approfondimento sul tema dell'alloggio. Partendo da uno studio di Elio Venturelli, già direttore dell’Ufficio cantonale di statistica, si affronta con precisione la relazione tra mercato dell'alloggio, variazione della popolazione e sfitto. I dati riportati portano a conclusioni molto semplici ed evidenti anche all'osservatore più distratto, ma che grazie al rigore scientifico acquisiscono una solidità incontestabile.

In tutto il Cantone Ticino aumentano gli alloggi che restano vuoti per lungo tempo e che portano a un allarmante innalzamento del tasso di sfitto. Ciò succede essenzialmente per due motivi. Da una parte la popolazione ha smesso di crescere, addirittura tende a diminuire. Dall'altra si costruiscono troppe case, troppi palazzi.

leggi di più

La Massagno che possiamo avere

Con i suoi 6501 abitanti, Massagno risulta avere una densità della popolazione per chilometro quadrato maggiore di Napoli e di Milano. Infatti nel nostro comune si calcolano 8'785 abitanti per Km2, mentre nelle due città italiane ce ne sono rispettivamente 8'095 e 7'538. Sono cifre che impressionano.

Percepiamo questa alta densità osservando il panorama e le strade del comune. I grandi e anonimi palazzi sovrastano ormai ogni minimo residuo di una Massagno che un tempo era fatta di case e giardini. Il volto tradizionale del paese è stato purtroppo stravolto e reso irriconoscibile. Il rapporto tra il costruito e gli spazzi vuoti vede questi ultimi relegati in quantità minime che con il tempo diminuiscono sempre più, oppressi da palazzoni senza identità. 

leggi di più