Benvenute e benvenuti!

Su queste pagine potete trovare il modo di conoscermi meglio, se vi va.

Potete conoscere un po' della mia vita privata, le mie opinioni e le mie posizioni politiche. Potete contattarmi per farmi delle domande, per criticarmi, per consigliarmi per avere uno scambio che possa essere costruttivo per entrambe.

Buona giornata.

Adriano


La Massagno che possiamo avere

Con i suoi 6501 abitanti, Massagno risulta avere una densità della popolazione per chilometro quadrato maggiore di Napoli e di Milano. Infatti nel nostro comune si calcolano 8'785 abitanti per Km2, mentre nelle due città italiane ce ne sono rispettivamente 8'095 e 7'538. Sono cifre che impressionano.

Percepiamo questa alta densità osservando il panorama e le strade del comune. I grandi e anonimi palazzi sovrastano ormai ogni minimo residuo di una Massagno che un tempo era fatta di case e giardini. Il volto tradizionale del paese è stato purtroppo stravolto e reso irriconoscibile. Il rapporto tra il costruito e gli spazzi vuoti vede questi ultimi relegati in quantità minime che con il tempo diminuiscono sempre più, oppressi da palazzoni senza identità. 

leggi di più

L’Europa indica la via contro la precarietà abitativa*

Lo scorso 21 gennaio il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza un’importante risoluzione a favore delle inquiline e degli inquilini di tutta Europa e che potrebbe avere effetti positivi anche in Svizzera.

Approvata con 352 sì, 179 no e 152 astensioni, questa risoluzione chiede ai Paesi membri dell’Unione europea di garantire l’accesso a un alloggio dignitoso, a prezzi di locazione accessibili e di porre rimedio al fenomeno dei senzatetto. Più precisamente, chiede: l’interruzione degli sfratti; la promozione di un’edilizia sociale sostenibile con un maggior impegno da parte degli enti pubblici; la regolamentazione del mercato degli affitti per contrastare quelli alti; la regolazione dei contratti di locazione brevi; l’abbandono di politiche di segregazione sociale.

leggi di più

Il Granconsiglio boccia l'iniziativa popolare "NO alle pigioni abusive, SÌ alla trasparenza

Lunedì scorso il Parlamento ticinese ha perso una buona occasione per sostenere le inquiline e gli inquilini che faticano a trovare un alloggio a pigione sostenibile. La maggioranza dei deputati ha infatti bocciato l'iniziativa popolare "NO alle pigioni abusive, SÌ alla trasparenza: per l'introduzione del formulario ufficiale a inizio locazione".

Depositata il 12 aprile 2018 con 7'606 firme valide, questa iniziativa è stata promossa dall'Associazione Svizzera Inquilini – Sezione della Svizzera italiana e sostenuta dal Partito Socialista, da I Verdi, dal PC, dal ForumAlternativo, da Montagna Viva, dall'OCST e dall'Unione Sindacale Svizzera.

leggi di più

Una guida che aiuta (anche) a litigare meno*

Spesso ci si domanda chi e quando debba rinnovare il tinteggio dell’appartamento, se si ha il diritto di chiedere la sostituzione del vecchio forno un po’ sbilenco, se al momento di uscire dall’appartamento l’inquilino debba pagare per il pavimento usurato ecc.

Queste e altre domande hanno tutte a che fare con quella che viene definita come la durata di vita delle varie parti di un appartamento.

Negli anni passati, a tale riguardo, è stata allestita una tabella. Frutto del lavoro congiunto tra l’Associazione Svizzera Inquilini della Svizzera tedesca (Mv) e l’Associazione Svizzera dei Proprietari Immobiliari (Hev Schweiz), questo documento gode anche dell’appoggio di diverse associazioni e organizzazioni del settore. Aggiornato nel 2015, è in vigore dal 1° gennaio 2016.

leggi di più

Per un salutare cambiamento di mentalità

Eccoci, con un anno di ritardo ci stiamo avvicinando alla fine di questa legislatura, la seconda per me. Un anno in più che ha stravolto le nostre vite e le nostre abitudini, magari facendoci riflettere con maggiore profondità su quale vita vogliamo vivere e su quale mondo vogliamo abitare. Ci siamo trovati impotenti di fronte a un microscopico virus il quale ci ha ricordato che la “grandezza” dell'essere umano è poca cosa in confronto a quella della natura.

 

Il nostro Comune, la nostra azione politica e sociale non possono restare indifferenti a queste riflessioni. È necessario chiederci se il nostro agire, se le nostre abitudini, se i nostri standard di vita siano ancora adeguati. 

leggi di più