Post con il tag: "(lavoro)"



02. dicembre 2019
Con 20.-- fr all'ora non si possono vivere giorni sereni, con 19 si fa la fame. In nessuno dei due casi si può parlare di salario dignitoso! Faccio politica da alcuni anni, abbastanza per aver imparato che spesso l'avversario politico, specialmente se si trova in una posizione di forza, non si accontenta di andare avanti per la sua strada, ma vuole portarti dalla sua parte con discussioni estenuanti. Certe volte, può capitare che esausti della discussione con la quale si vorrebbe trovare una...
14. maggio 2019
“Giù le mani” è un urlo di lotta. Il motto è nato, o per lo meno ha raggiunto grande e contemporanea notorietà, in occasione dello sciopero delle Officine, nel 2008. Sciopero nato dalla determinazione di alcune centinaia di lavoratori decisi a difendere il proprio posto di lavoro. Ma in ballo non c'era solo l'interesse personale del singolo lavoratore, c'era qualcosa di più. C'era la volontà di difendere una tradizione industriale ultracentenaria. Si trattava di difendere un luogo di...

09. settembre 2016
Il prossimo 25 settembre avremo la possibilità di risolvere alcuni dei problemi che caratterizzano negativamente il mondo del lavoro in Ticino. Spesso capita di leggere annunci con i quali un'impresa cerca un impiegato per 1000 fr al mese. Già solo questi annunci dovrebbero farci capire che non è colpa dei frontalieri se da noi esiste una corsa al ribasso dei salari. Il problema sta tutto in chi offre salari indegni e assolutamente insufficienti per condurre la propria vita in Ticino.
06. gennaio 2016
Il prossimo 28 febbraio voteremo, tra le varie cose, anche la nuova legge sugli orari dei negozi. Il nostro invito è chiaramente di votare No, per diversi motivi. Prima di tutto il nostro pensiero va al personale di vendita che risulterebbe sicuramente penalizzato da questa riforma. La mezz'ora in più non permetterebbe di certo l'assunzione di nuovo personale, ma porterebbe a un maggiore spezzettamento dei turni di lavoro.

22. febbraio 2015
A Mendrisio, gli operai della Exten hanno iniziato uno sciopero per protestare contro il taglio del 26% del loro stipendio. Ieri, con altre compagne e con altri compagni, siamo stati all'assemblea che si è tenuta davanti ai cancelli della fabbrica. La prossima assemblea degli operai sarà domani, lunedì, alle 14:00 e ce ne sarà una ogni giorno, sempre alle 14:00.
13. maggio 2014
Ventidue franchi lordi all'ora, per otto ore al giorno, per 12 mesi. A ciò corrisponde il salario minimo che stiamo votando in questi giorni. Se questa vi sembra una paga troppo alta, scusate la franchezza, ma allora avete una mentalità da spietati sfruttatori! Uno stipendio di 4000 franchi al mese (lordi!) è il minimo necessario per vivere con un po' di dignità. Calcolando che il costo dell'affitto non dovrebbe superare un terzo dello stipendio, vuol dire che al massimo ci si potrebbe...