Cure dentarie, serve molto di più

Da qualche giorno abbiamo iniziato a raccogliere le firme per l'iniziativa popolare denominata “Per il riborso delle cure dentarie”, frutto di un lavoro unitario tra il ForumAlternativo, il Partito Socialista e il sindacato UNIA.

Con questa inziativa chiediamo che il Cantone istituisca un'assicurazione per le cure dentarie di base a beneficio delle persone residenti, oltre che promuovere in collaborazione con i Comuni un dispositivo di prevenzione in materia di salute bucco-dentaria e una rete di cliniche dentarie.

A parer nostro, quello delle spese per la cura dei denti è un problema che coinvolge molte persone. È noto e provato che una parte consistente della popolazione rinuncia a questo tipo di cure a causa del loro alto costo. Secondo uno studio pubblicato nel 2009 dalla Rivista medica svizzera (RMS), esiste «una correlazione diretta tra la posizione sociale sfavorita di una persona e il manifestarsi della paradontosi», cioè della perdita dei denti.

Oggi, solo una minima parte delle cure dentarie è rimborsata da una qualche forma di assicurazione. Secondo l'Ufficio federale di statistica, nel 2010, il 4,6% dei costi per le cure dentarie è stato rimborsato dalle assicurazioni private; l'1,4% dall'assicurazione di base (LaMal) e il 2,2% dalle prestazioni complementari. Il restante 89%, viene quindi pagato direttamente dai pazienti. Sempre l'Ufficio federale di statistica ha calcolato che attualmente ogni persona spende, in media, 450 franchi all'anno per le cure dentarie, pari al 20% della sua spesa totale per cure mediche.

Un altro studio, questa volta dedicato ai redditi e alla qualità di vita in Svizzera, ha sottolineato come le persone che rinunciano alle cure dentarie sono ben più numerose di quelle che rinunciano ad altri tipi di cure mediche. Secondo i dati relativi al 2007, il 35% della popolazione non si è sottoposto a un controllo dentistico annuale.

È quindi abbastanza chiaro che la cura e la salute dei denti dipendono fortemente dalla situazione finanziaria delle singole economie domestiche. Il successo della nostra iniziativa permetterà da un lato di ridurre fortemente il peso di queste cure sul budget delle famiglie, e dall'altro di ridurre gli effetti negativi sulla salute derivanti da una pessima o mancata cura dell'apparato bucco dentale.

Non bisogna, infatti, dimenticare che molte malattie e il loro aggravarsi, come ad esempio il diabete, hanno una diretta correlazione con la non presa a carico delle cure dentarie. Una maggiore prevenzione, specialmente per le persone con un basso reddito, avrà anche l’effetto di abbassare i costi generali della salute.

Pertanto non vi resta che firmare l'iniziativa popolare “Per il rimborso delle cure dentarie”, trovate il formulario e altri argomenti in suo favore qui.