Una nuova piscina a Massagno: per vecchie e nuove opportunità!

A Massagno ci aspetta una legislatura di continuità; in cantiere restano tre temi che hanno scaldato il dibattito politico comunale: la copertura della trincea ferroviaria, la creazione di alloggi per anziani autosufficienti e la ristrutturazione delle scuole di Nosedo.

Per quanto riguarda le scuole elementari, il municipio dovrà presto licenziare un messaggio per chiedere il credito per l’abbattimento dell’attuale stabile contenente la piscina e la palestra per poi costruire una nuova struttura composta dalla mensa scolastica, una doppia palestra ma molto probabilmente senza più la piscina.

La paventata soppressione della piscina scolastica, pur sapendo che il municipio intende offrire soluzioni alternative come ad esempio la copertura della piscina della Valgersa, sta già preoccupando la popolazione in generale e i genitori degli allievi delle scuole in particolare.

La possibilità data ai nostri bambini di praticare settimanalmente il nuoto, è un'offerta quarantennale che in molti ci invidiano. Rinunciando alla piscina scolastica, quello di Massagno passerebbe dall’essere un istituto scolastico che per il nuoto ospita allievi di altri comuni, a istituto che dovrà cercare altrove ospitalità per i propri bambini.

È vero, l’attuale piscina ha dei costi di gestione ormai insostenibili, ma una nuova vasca gestita con tecnologie più moderne permetterebbe un grande risparmio di queste spese e una maggiore possibilità di utilizzo.

Oggi non è possibile usare la vasca durante il fine settimana perché il sistema di pulizia in uso richiede che la piscina resti ferma per almeno due giorni. Una struttura rinnovata ne permetterebbe invece l'utilizzo sette giorni su sette, potendo così mettere la struttura maggiormente a disposizione di associazioni sportive o ricreative, come già parzialmente accade oggi, con la possibilità di organizzare corsi di nuoto o altre attività sportive legate all’acqua. Assumendo un bagnino/sorvegliante si potrebbe anche pensare di aprire la piscina, in determinate fasce orarie, ad un utilizzo libero da parte della popolazione.

Una piscina moderna, oltre a permettere di continuare a offrire un servizio comodo e molto apprezzato ai nostri bambini, aprirebbe la strada a nuove possibilità aggregative e socializzanti; possibilità che fanno parte della tradizione stessa di Massagno. Teniamone conto!